Inps: novità su cassa integrazione e assegno ordinario

Unione Artigiani vi è vicina in questo momento di grande difficoltà. Insieme ce la faremo!

I trattamenti a sostegno del reddito sono in continua evoluzione. Nel Decreto Rilancio pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio 2020 diverse modifiche sono state introdotte per questa lunga fase di emergenza coronavirus che sta provocando gravi effetti negativi a livello economico.

Ecco come l’INPS aggiorna su Cassa Integrazione e assegno ordinario, sottolineando come ulteriori specifiche arriveranno nei prossimi giorni.

Cassa integrazione e assegno ordinario: le ultime notizie

Il sito dell’INPS mette in evidenza come la novità principale sulla Cassa Integrazione ordinaria e sull’assegno ordinario riguarda la possibilità che viene data alle aziende di chiedere una proroga per un limite massimo di altre cinque settimane riportando come causale «COVID-19 nazionale» per il periodo temporale compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 agosto 2020. Questa concessione è dipendente dal completamento effettivo del beneficio delle prime 9 settimane di integrazione del salario.

Per la richiesta di questo periodo aggiuntivo di Cassa Integrazione, l’INPS ha previsto un processo semplificato che permette al datore di lavoro di accedere a un trattamento totale massimo di 14 settimane previo l’istanza in un’unica domanda. Le aziende potranno allegare nella domanda degli allegati auto certificati, a prescindere che si tratti della richiesta di ricevere un pagamento diretto o nell’anticipazione di una prestazione e conseguente conguaglio contributivo.

Tempi più serrati per la presentazione delle domande

Il decreto Rilancio prevede un restringimento dei tempi per la presentazione delle richieste, chi fa istanza oltre il termine stabilito va incontro a una penalizzazione. La scadenza per le domande da parte dei datori di lavoro riguardanti la Cassa Integrazione Ordinaria o l’assegno ordinario cade alla fine del mese successivo al DL n.34/2020, ovvero il 30 giugno.

Altre novità

L’INPS ricorda che c’è la concessione dell’assegno per il nucleo familiare ai beneficiari dell’assegno ordinario che hanno subito l’interruzione o la riduzione del lavoro a causa dell’emergenza coronavirus all’interno del periodo compreso tra il 23 febbraio e il 31 agosto 2020.

Ulteriori cinque settimane di Cassa Integrazione in deroga potranno essere autorizzate dall’Ente Nazionale di Previdenza Sociale. Per le relative istanze c’è la possibilità di presentare domanda dal 18 giugno 2020.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI ED ASSISTENZA COMPLETA: UFFICIO SINDACALE & LAVORO, 02.8375941


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano
Codice fiscale 02066950151