Decreto marzo “Cura Italia”

Il Governo ha presentato ieri il decreto "Cura Italia" destinato a fare fronte alle emergenze di imprese, lavoratori, famiglie e sistema sanitario colpite dalla crisi Coronavirus.

Strumenti di sostegno al reddito e credito per famiglie e imprese, autonomi e Partite IVA colpiti dall'emergenza Coronavirus: misure economiche specifiche per PMI e settori senza ammortizzatori sociali

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto marzo, cd ‘Cura Italia’, la manovra finanziaria da 25 miliardi di euro per contrastare gli effetti economici dell’emergenza Coronavirus.

Il decreto interviene con provvedimenti su quattro fronti principali e altre misure settoriali:

  1. finanziamento e altre misure per il potenziamento del Sistema sanitario nazionale, della Protezione civile e degli altri soggetti pubblici impegnati sul fronte dell’emergenza;
  2. sostegno all’occupazione e ai lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito;
  3. supporto al credito per famiglie e micro, piccole e medie imprese, tramite il sistema bancario e l’utilizzo del fondo centrale di garanzia;
  4. sospensione degli obblighi di versamento per tributi e contributi nonché di altri adempimenti fiscali ed incentivi fiscali per la sanificazione dei luoghi di lavoro e premi ai dipendenti che restano in servizio

 

Nella tabella allegata (scaricabile e in formato stampabile) riepiloghiamo le misure principali per professionisti, artigiani e PMI.

 

 

In attesa di approfondire la lettura completa del testo emanato dal Governo (deve essere ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale), i referenti dell’Unione Artigiani sono disponibili allo 02/8375941.


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano
Codice fiscale 02066950151