SPORTELLO LOCAZIONE, ECCO IL NOSTRO AIUTO AGLI ARTIGIANI

Fiocco rosa nella rete dei servizi di Unione Artigiani Milano. “Con lo Sportello Locazioni rispondiamo ad una richiesta dei nostri imprenditori che durante la pandemia si è fatta molto pressante – chiarisce l’avvocato Michele Gesualdo, coordinatore del servizio – qui ci occupiamo di ogni aspetto legale degli affitti commerciali ma offriamo consulenze anche sui contratti di locazione privati e la loro registrazione. Il primo incontro di orientamento è gratuito, successivamente, se necessario, offriamo servizi di assistenza, a costi calmierati rispetto al mercato, e ciò in considerazione della convenzione in essere con Unione Artigiani. A ciò si aggiunga, che per ogni adempimento relativo alla trasmissione di dati ed informazioni ad Agenzia delle Entrate, viene prontamente informato l’ufficio contabilità dell’organizzazione, che si occuperà del travaso immediato delle informazioni. ”.

Perché questo tema è diventato cruciale per le imprese?

Le aziende hanno dovuto fare rapidamente scelte di sopravvivenza. Siamo state al loro fianco chiedendo ai locatori, spesso con successo, una riduzione dei canoni d’affitto. Quattro proprietari su cinque, a volte dopo un po’ di resistenza, hanno accettato una riduzione del valore dei contratti in essere, con una media del 35%. Altri proprietari non hanno voluto sentire ragioni e di fronte all’autoriduzione del canone al 70% da noi consigliata hanno scelto la via dello sfratto per morosità trovandosi di fronte due muri: l’impossibilità di ottenerne l’esecuzione fino per ora al 30 giugno e l’ammonimento del giudice al locatore a valutare le nostre offerte.

Quale categoria appare quella meno incline agli accordi?

I privati hanno accolto via via le nostre richieste, magari non subito ma aprendo un dialogo hanno compreso le necessità delle aziende. Riscontro molta più resistenza da parte di aziende proprietarie o gestori, con l’eccezione delle società immobiliari dei centri commerciali per le ragioni che possiamo immaginare.

Quanto hanno contato gli incentivi fiscali introdotti nel corso dell’anno?

Sono misure di grande impatto. Con il sistema  del credito d’imposta sui canoni quando anche sommato allo sconto incentivato proprietario e inquilino risolvono i problemi. Un esempio di un canone da 1000 euro: immaginiamo di averlo ridotto con uno sconto a 800. Al proprietario vanno già 1200 euro all’anno esentasse. Se poi riceve dall’inquilino il 60% del rimanente in credito d’imposta… insomma è un affare. Il problema, al momento, è immaginare cosa accadrà quando queste misure termineranno.

Questo per l’emergenza Covid ma l’obiettivo è prevenire contenziosi di fronte a contratti di locazione solo apparentemente semplici e in realtà con molti punti sottovalutati o che non si sanno interpretare.

Esatto, si pensa che non sorgeranno mai questioni e che eventualmente un dialogo tra le parti possa consentire di risolvere tutto. Invece, emergono spesso problematiche irrisolvibili anche perché il contratto d’affitto è un patto fra privati, difficilmente scardinabile di fronte ad un giudice. Per questo, prima di firmare un contratto è meglio sottoporlo agli occhi di un legale esperto ipotizzando diversi scenari possibili. Ci sono capitati casi di disdette sbagliate nei tempi, mancato riconoscimento di avviamenti, interpretazioni errate… Ci sono in ballo cifre importanti che per gli artigiani sono spesso vitali.

E’ un servizio sul quale Unione Artigiani scommette, come potrà evolvere?

Ci attendiamo un grande sviluppo dell’attività. Lo sportello è aperto anche ai privati, offriamo anche un servizio di registrazione dei contratti e di gestione del credito d’imposta e per tutte le aziende che affidano la contabilità a Unione Artigiani, così diventa tutto più semplice.

Vedo un possibile incremento dei contratti di business service: artigiani che affittano ad esempio parte dei loro laboratori ad altre aziende artigiani e non solo, creativi o professionisti con i quali poi spesso avviano collaborazioni. Sono molto più semplici da gestire e disdettare.

C’è poi una parte legata al Superbonus 110%, che può spettare anche agli inquilini oltre che ai aproprietari. Anche in questo caso la nostra consulenza si integra con l’altro nostro sportello di Unione Artigiani che unisce in unico servizio l’asseverazione tecnica, il visto di conformità fiscale, la gestione del credito e tutta la parte finanziaria.

Per conoscere tutti i servizi: clicca qui

Per un appuntamento: 02 8375941

Vi aspettiamo in via Doberdò 16, Milano MM1 Villa San Giovanni


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano
Codice fiscale 02066950151