La fatturazione elettronica: obblighi, criticità, soluzioni

L’ultima Legge di Bilancio ha previsto che dal 2019 la fattura elettronica diventi obbligatoria per TUTTI i titolari di partita Iva anche nei rapporti fra aziende e fra aziende e privati. Restano escluse dall’obbligo le imprese che applicano il regime dei minimi o quello forfettario.

Cosa si intende per FATTURA ELETTRONICA?

La fattura elettronica è un formato in cui le fatture devono essere prodotte, trasmesse, archiviate e conservate, è un formato digitale chiamato XML (eXtensible Markup Language), un linguaggio informatico che consente di definire e controllare il significato degli elementi contenuti in un documento, verificando così le informazioni ai fini dei controlli previsti per legge.
Con questa nuova modalità, ovviamente, il professionista o l’impresa non potrà più emettere fattura “cartacea”, ma dovrà utilizzare tale formato elettronico, rispettante gli standard specifici indicati dalla amministrazione finanziaria e già in uso nelle fatture emesse alla Pubblica Amministrazione. Inoltre, queste fatture dovranno essere inviate ai propri clienti attraverso l’utilizzo di un Sistema di Interscambio dati (S.I.D.) gestito dall’Agenzia delle Entrate. Unione Artigiani della provincia di Milano e Monza-Brianza, quale intermediario, potrà svolgere tale attività in nome e per conto dei propri associati.
La fattura con modalità diverse da quelle elettroniche è considerata NON EMESSA, con conseguente applicazione delle sanzioni amministrative.

Praticamente, cosa comporta alle imprese?

Per le imprese e gli operatori saranno richiesti sicuramente i seguenti adempimenti:

  1. Trasformare le fatture dei propri clienti in formato XML e riceve notifica (firmata digitalmente);
  2. Inviare fattura SDI in formato XML e riceve notifica (firmata digitalmente). SDI poi si occuperà di inviare le fattura ai clienti delle imprese;
  3. Gestione del processo di accettazione e del rifiuto delle fatture emesse e ricevute (la norma prevede infatti che il destinatario della fattura possa accettare rifiutare “fiscalmente” la fattura ricevuta);
  4. Recuperare da SDI fatture fornitori e le trasforma in formato pdf;
  5. Trasmettere la documentazione all’intermediario che gestisce la contabilità;
  6. Gestire le scheda carburante;
  7. Gestire la fattura elettronica sia in termini di archiviazione digitale che di consultazione;
  8. Utilizzo e gestione della firma digitale on line.

L’approccio di Unione Artigiani riguardo a questi nuovi adempimenti è semplice. NULLA O POCO DEVE CAMBIARE PER I SOCI, ALLE INCOMBENZE CI PENSIAMO NOI.

Infatti, per venire incontro alle esigenze delle imprese e sgravarle da questo nuovo compito derivante dall’amministrazione finanziaria italiana, Unione Artigiani, insieme alle società del gruppo, si sta attivando per erogare e gestire per conto dei clienti.
In nostro obiettivo è che la fatturazione elettronica non deve essere un problema per i clienti/soci di Unione Artigiani. Intendiamo consentire agli associati di produrre e ricevere le loro fatture in modalità semplificate e comunque con caratteristiche comportamenti analoghi se non identici all’attuale.

L’organizzazione di Unione Artigiani sta prevedendo dei sistemi di trasmissione delle fatture (cartacea, file word, file excel o attraverso altri strumenti informatici) dal socio all’ufficio dell’associazione, che curerà la loro gestione “elettronica”.

Nello specifico, stiamo organizzando i processi di lavorazione per:

  • Facilitare lai raccolta di tutti i documenti, rilevanti e non, ai fini contabili
  • Trasformate le fatture di vendita al tracciato XML previsto
  • Gestire i rapporti con lo SDI
  • Utilizzare la firma digitale on line di tutti i nostri clienti al fine di poter accedere autonomamente (per conto del cliente) al sistema di interscambio
  • Gestire la fattura elettronica sia in termini di archiviazione che di consultazione (conserva documenti per almeno 10 anni così come previsto)
  • Amministrare la tenuta contabilità e produrre tutti i documenti previsti dalla normativa (Dichiarazioni liquidazioni IVA, F24, Spesometro (solo fatture estere), Dichiarazione redditi, Bilancio, Consulenza fiscale e pianificazione fiscale).

Quali sono i prossimi passi?

Sulla reale ed operativa disciplina della fatturazione elettronica e della trasmissione telematica dei dati sono necessari dei chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate. Infatti, mancano ancora i decreti attuativi del provvedimento e lo stesso è stato oggetto di osservazioni per l’applicabilità con gli attuali strumenti a disposizione.

Unione Artigiani manterrà monitorata la situazione e attraverso i propri canali (sito www.unioneartigiani.it, newsletter, social facebook.com/unioneartigianimilano e ufficio Tributario), vi aggiornerà nei mesi a seguire riguardo ogni novità o modifica della norma e la sua conseguente applicabilità.

Nel frattempo, per informazioni e assistenza, è possibile rivolgersi all’Ufficio Fiscale & Tributario al numero 02/83785941 o all’indirizzo e-mail ufficio.tributario@unioneservizi.it


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano
P.IVA 02066950151