Edili, firmata intesa sindacati-imprese

Anche Unione Artigiani di Milano e di Monza-Brianza protagonista oggi della firma che riguarda il settore edilizio.

Siglato il rinnovo del contratto collettivo provinciale per i dipendenti delle imprese edili e affini.

Il comparto rappresenta, nonostante la pesante crisi dell’ultimo decennio, quasi il 10% del PIL del territorio della Città Metropolitana e delle Province di Lodi, Monza e Brianza.

In questo particolare momento storico per il settore delle costruzioni – spiega Pasquale Maiocco, responsabile Sindacale&Lavoro di Unione Artigiani – con una situazione del mercato edile ancora impegnato a fronteggiare pesanti situazioni di crisi e che non evidenzia una capillare e diffusa ripresa dell’occupazione e del lavoro, il rinnovo del contratto integrativo territoriale è un elemento di supporto al rilancio del settore, per rispondere alle attuali esigenze delle imprese e dei lavoratori.

Ecco alcuni aspetti operativi:

  • decorrenza 1° gennaio 2018;
  • indennità trasporti operai: da € 3,26 ad € 4,26 al giorno;
  • indennità sostitutiva mensa operai: da € 8,76 ad € 9,06 al giorno;
  • indennità trasporti impiegati: da € 65,49 ad € 81,56 al mese;
  • indennità sostitutiva mensa impiegati: da € 140,79 ad € 145,61 al mese;
  • riduzione dallo 0,20% allo 0,18% del contributo per il “Fondo per la sicurezza”, versato dalle imprese alla Cassa Edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza.

Per gli anni 2018 e 2019

In base a una specifica e dettagliata regolamentazione dettata dall’accordo in parola, con riferimento alle sole imprese iscritte alla Cassa Edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza da almeno due anni al momento della domanda ed in regola con i relativi versamenti:

  • una “premialità per la sicurezza”, corrispondente ad uno sconto contributivo variabile da € 400,00 ad € 600,00, a seconda delle dimensioni dell’impresa;
  • una “premialità per lo sviluppo e l’innovazione”, corrispondente ad uno sconto contributivo variabile da € 500,00 ad € 900,00, a seconda delle dimensioni dell’impresa.

L’accordo prevede espressamente la cumulabilità delle due tipologie di premialità in capo alla singola impresa, nel rispetto dei requisiti richiesti per ciascuna di esse, nonché alcune ipotesi di cumulabilità nell’ambito del medesimo tipo di premialità.

Per le imprese iscritte alla Cassa Edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza e in regola con i versamenti, presso le quali – nel corso del periodo 1° gennaio 2018 – 31 dicembre 2019 – sia eletto o designato, anche a seguito di scadenza naturale del precedente incarico, il rappresentante aziendale per la sicurezza nel rispetto delle modalità definite nell’accordo. Una premialità corrispondente ad uno sconto contributivo pari ad € 600,00, per ogni singola impresa, indipendentemente dal numero di RLS eventualmente nominati o designati, cumulabile con le premialità previste per la ” sicurezza ” e per lo ” sviluppo/innovazione”.

La trattativa con le organizzazioni sindacali dei lavoratori Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil, ha visto partecipare allo stesso tavolo congiuntamente tutta la rappresentanza datoriale industriale e dell’artigianato: Unione Artigiani, Cna, Assimpredil Ance, Confartigianato, Casa Artigiani.

Un confronto lungo e difficile caratterizzato però da una volontà condivisa di far fronte comune verso le sfide e le trasformazioni del settore, nel territorio che esprime la maggiore capacità produttiva nazionale delle costruzioni.

Con questo contratto nella Città Metropolitana e nelle Province di Lodi, Monza e Brianza sarà possibile premiare le imprese virtuose, perché su di esse si basano la credibilità del settore edile, il suo rilancio e le prospettive di futuro sviluppo.


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano
P.IVA 02066950151