Nuove regolamento privacy: la tua azienda è pronta?

Dal 25 maggio 2018 diventerà attuativo il GDPR, il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati che mira a rafforzare e rendere omogeneo il trattamento dei dati personali dei cittadini e residenti dell’Unione Europea, all’interno ed all’esterno dei confini dell’Unione Europea.

Il GDPR comporta una serie di nuovi obblighi a carico delle aziende in materia di privacy, in quanto il regolamento sarà prevalente rispetto l’attuale Codice della Privacy (D.Lgs. n. 196/2003), modificando di fatto molti istituti e introducendo una vera e propria rivoluzione nel trattamento e nella gestione dei dati personali. Ad esempio, nomina del DPO, nuovi modelli sul consenso del trattamento dei dati, nuove misure di protezione e conservazione dei dati, regole per la prevenzione da eventuali attacchi cibernetici, ecc.

Per le aziende significa, in tempi brevi, consolidare le misure per la tutela della privacy seguendo i dettami del GDPR, rispondendo al contempo ad un’esigenza di protezione e sicurezza dei dati sentita a livello globale e legata a doppio nodo all’emergere di minacce informatiche sempre più complesse.

Diverse sono le questioni ed i dubbi che sorgono in capo all’impresa:

  • Quali sono le differenze tra la nuova direttiva europea e l’attuale Codice della Privacy (D.Lgs. n. 196/2003)?
  • Quali e quanti gli adempimenti previsti dal regolamento Europeo? I soggetti obbligati, le nuove figure obbligatori, i nuovi compiti e le responsabilità
  • Quali sono le misure adeguate da adottare a partire dal 25 maggio 2018 per non incorrere nelle nuove pesanti sanzioni?
  • Come innalzare il livello di sicurezza?
  • Come proteggere i propri database e recuperare i dati quando essi risultano danneggiati, corrotti, o illeggibili (data recovery)?
  • Quali garanzie deve avere il fornitore per non compromettere la sicurezza dell’azienda?

Lo scenario può risultare complesso e le sanzioni per chi non si adegua saranno senz’altro pesanti (fino a 20 milioni o al 4% del fatturato mondiale annuo, se superiore). Ma è tutto finalizzato a incentivare il vantaggio competitivo delle aziende e la creazione di un mercato digitale europeo uniforme.

Unione Artigiani per supportare le imprese associate nella valutazione e nell’implementazione di un sistema di gestione e protezione dei dati personali in grado di ottemperare in maniera efficiente alle nuove norme previste dal GDPR, è a disposizione per fornire formazione e supporto.

Per informazioni e consulenza:

 

Via Doberdò 16 – Milano + 23 Sedi sul territorio