Coronavirus, gestione dei lavoratori

AUTOCERTIFICAZIONE_CORONAVIRUS_ZONAROSSA_3d

Ai fini del contenimento della diffusione del “coronavirus”, il Governo ha emanato un nuovo decreto in data 8 marzo 2020 che fissa le nuove zone di allerta, definite “a contenimento rafforzato”, come segue:

*  intero territorio della regione Lombardia;

*  i territori di 14 province (Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia).

Di fatto, nella zona “a contenimento rafforzato”, come sopra individuata, non vi è alcuna interdizione assoluta di mobilità (il divieto di spostamento, che non ammette eccezioni, è previsto solo per le persone sottoposte alla misura della quarantena o che sono risultate positive al virus), per cui è lecito attendersi che le attività continuano.

Quindi anche il tragitto “casa / lavoro” è consentito, non essendo rinvenibile nelle norme nessuna previsione di blocchi di persone o di scambi di merci.

Sulla scorta di quanto precede, il Ministero dell’Interno ha adottato una direttiva per l’attuazione dei controlli nelle “aree a contenimento rafforzato”, che – tra l’altro – prevede:

  1. Indicazioni specifiche per i controlli relativi alla limitazione degli spostamentidelle persone fisiche in entrata e in uscita e all’interno dei territori “a contenimento rafforzato”, nel          senso che:
  1. gli spostamenti potranno avvenire solo semotivati da esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute da attestare mediante autodichiarazione (si allega fac simile), che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia. Il divieto assoluto di spostamento, che non ammette eccezioni, è invece previsto per le persone sottoposte alla misura della quarantena o che sono risultate positive al virus;
  1.  Le esigenze lavorative possono essere comprovate anche attraverso copia della bolla di consegna, contratto del committente, email / lettera con richiesta di intervento, nonché – per i dipendenti – dalla lettera di assunzione, dall’ultimo cedolino paga;
  1. Sono previsti controlli sul rispetto delle limitazioni della mobilità, su tutte le vie di comunicazione (strade, autostrade, trasporto ferroviario ed aereo, ecc.);
  1. Anche le trasferteal di fuori della Lombardia sono ammissibili con le stesse modalità e cautele di cui alla lettera (a.;
  1. La veridicità dell’autodichiarazione potrà essere verificata a campione anche con successivi controlli.
  1. Sono previste sanzioni in caso di violazioni.

Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano
Codice fiscale 02066950151