SICUREZZA SUL LAVORO. SOSPENSIONE IMMEDIATA CON IL 10% DI LAVORO NERO, SANZIONI PIÙ CARE PER LE IRREGOLARITÀ. ECCO COME OPERERANNO GLI ISPETTORI DEL LAVORO

LE INDICAZIONI DELL’ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO PREVISTE DAL D.L. FISCALE 146 SUI PROVVEDIMENTI DI SOSPENSIONE DELLE IMPRESE PER LAVORO IRREGOLARE O MANCATO RISPETTO DI NORME SU SALUTE E SICUREZZA

Leggi qui la nota integrale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro

Le imprese vengono sospese se l’Ispettorato riscontra, dal momento dell’ingresso sul luogo di lavoro, che almeno il 10% dei lavoratori presenti sono senza regolare contratto.

Nel conteggio non possono essere considerati irregolari soci e famigliari per i quali è prevista solo la comunicazione all’Inail (ex art. 23 DPR 1124/1965) ma il loro numero rientra nella rilevazione degli Ispettori.

Non potrà essere sospesa per lavoro irregolare la microimpresa che avrà quel solo e unico lavoratore occupato risultato senza contratto.

Non serve regolarizzare la posizione dei lavoratori durante l’accesso degli ispettori: la sospensione sarà comunque adottata.

ATTENZIONE!
Il Decreto stabilisce che l’Ispettorato del Lavoro ora può anche accertare eventuali illeciti e adottare prescrizioni anche in materia di prevenzione, al pari delle Asl.

Queste le ulteriori fattispecie per le quali è prevista la sospensione delle imprese con l’importo delle somme aggiuntive da pagare.
Tabella con somme aggiuntive

QUANDO DIVENTA OPERATIVO IL PROVVEDIMENTO DI SOSPENSIONE
Il provvedimento di sospensione per motivi di salute e sicurezza viene adottato immediatamente.

Quello per cause imprenditoriali parte delle ore 12 del giorno lavorativo successivo o dalla cessazione dell’attività lavorativa in corso che non può essere interrotta, salvo pericolo immediato o grave rischio di salute e sicurezza.

RAPPORTI CON LA PA DURANTE LA SOSPENSIONE
Durante il periodo della sospensione l’impresa non può lavorare con la Pubblica Amministrazione con notifica del provvedimento all’Autorità Nazionale AntiCorruzione ANAC e al Ministero delle infrastrutture.

COME OTTENERE LA REVOCA DEL PROVVEDIMENTO DI SOSPENSIONE
– Visita medica effettuata per i lavoratori che doveno ottenere giudizio di idoneità
– Obbligo formazione almeno programmata in modo da concludersi entro 60 giorni con impegno sottoscritto dal lavoratore
– Nei casi più gravi previa verifica della regolarizzazione del lavoratore e del pagamento della somma aggiuntiva per ciascuna delle violazioni riscontrate, il cui valore è raddoppiato per le aziende recidive, ovvero già sanzionate nei cinque anni precedenti.

ATTENZIONE! È possibile ottenere la revoca della sospensione pagando subito almeno il 20% dell’importo delle somme aggiuntive, saldando il resto entro sei mesi. In caso di mancato pagamento, l’Ispettorato del Lavoro ha immediatamente un titolo esecutivo per pignorare l’importo non versato.

COME RICORRERE
Contro il provvedimento di sospensione per l’impiego di lavoratori irregolari è possibile ricorrere entro 30 giorni dalla notifica al datore di lavore all’Ispettorato Interregionale del lavoro di compentenza che a sua volta decide in 30 giorni, decorsi i quali in caso di silenzio si considera accolto.

COSA ACCADE AL DATORE DI LAVORO CHE NON OTTEMPERA AL PROVVEDIMENTO DI SOSPENSIONE
Per violazioni in materia salute e sicurezza: arresto fino a 6 mesi
Per violazioni in materia di lavoro irregolare: arresto da 3 a sei mesi o ammenda da 2.500 euro e 6.400 euro.

Per ulteriori informazioni e assistenza
UPI SERVIZI Gruppo Unione Artigiani
sicurezza@upiservizi.it
0331 1731000


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano (MI)
Codice fiscale 02066950151