BANDO PATRIMONIALIZZAZIONE IN ARRIVO: COME PREPARARSI

Con delibera del 12/05/2021 la Regione Lombardia ha pubblicato il Bando “MISURA PER FAVORIRE IL RAFFORZAMENTO PATRIMONIALE DELLE PMI LOMBARDE E LA RIPRESA ECONOMICA”
Dotazione Finanziaria: La dotazione finanziaria complessiva destinata alla presente
misura ammonta a € 140.000.000,00
La Finalità: La misura è finalizzata a sostenere le PMI lombarde che vogliono rafforzare la propria struttura patrimoniale e che intendano investire sul proprio sviluppo e rilancio nell’ambito di interventi aventi almeno una delle seguenti finalità:
• attrazione investimenti, reshoring e back shoring;
• riconversione e sviluppo aziendale, anche finalizzati alla valorizzazione capitale umano;
• transizione digitale;
• transizione green.
Sono stati individuati 2 target di intervento:
1. Linea 1 a cui possono accedere:
1. PMI costituite nella forma di impresa individuale ovvero società di persone
2. liberi professionisti che abbiano avviato l’attività professionale da almeno 12 mesi
2. Linea 2 a cui possono accedere PMI che sono già costituite nella forma di società di capitali che prima di presentare la domanda di partecipazione abbiano deliberato un aumento di capitale pari ad almeno 75.000,00 euro.
Soggetti Beneficiari: Possono partecipare tutte le P.M.I in possesso dei seguenti requisiti:
 avere sede legale e/o operativa in Lombardia alla data di presentazione della domanda ed essere iscritte al Registro delle imprese (come risultante da visura camerale);
 essere attive (come risultante da visura camerale) da:
• oltre 12 mesi per le PMI costituite nella forma di ditta individuale o società di persone che decidono di trasformarsi in società di capitali (Linea 1)
• oltre 36 mesi e in possesso di almeno n. 2 bilanci per le PMI già costituite nella forma di società di capitali (Linea 2);
 aver deliberato alla data di presentazione della domanda e successivamente alla data di pubblicazione del presente provvedimento un aumento di capitale di almeno:
• 25.000 euro per le PMI costituite nella forma di ditta individuale o società di persone che decidono di trasformarsi in società di capitali (Linea 1);
• 75.000 euro per tutte le PMI già costituite nella forma di società di capitali (Linea 2).
Per i professionisti (Linea 1):
 impegnarsi, entro 60 giorni dalla comunicazione di concessione dell’agevolazione, a trasformarsi in società di capitali;
 avere il domicilio fiscale in Lombardia come risultante dall’Anagrafe Tributaria;
 svolgere l’attività professionale in Lombardia da oltre 12 mesi,
 aver deliberato alla data di presentazione della domanda un aumento di capitale di almeno 25.000 euro.
Sono escluse dalla misura le imprese con i codice ATECO: 47.78.94 commercio al dettaglio di articoli per adulti (sexy shop); 92.00 attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco; 92.00.02 gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone; 92.00.09 altre attività connesse con le lotterie e le scommesse; 96.04.1 servizi di centri per il benessere fisico (esclusi gli stabilimenti termali). Sono, inoltre, esclusi dalla misura i soggetti costituiti in forma cooperativa e i loro Consorzi.

Interventi ammissibili: Sono ammissibili alle agevolazioni:
1. per la Linea 1, un’operazione di aumento di capitale del valore minimo di 25.000 euro
2. per la Linea 2, un’operazione di aumento di capitale di almeno 75.000 euro e un programma di investimento pari ad almeno il doppio del contributo. Il programma di investimento deve essere realizzato unicamente in Lombardia entro 12 mesi (salvo proroga ai sensi della l.r. 34/1978) dalla data di erogazione del contributo.
Non sono ammissibili operazioni di aumento di capitale che derivino da trasformazioni di finanziamento da parte di soci, riclassificazione di riserve ed operazioni equiparabili.

Spese Ammissibili: Per il contributo a fondo perduto è ammissibile il valore dell’aumento di capitale deliberato, sottoscritto e versato.
Per il programma di investimento previsto sono ammissibili le spese sostenute per l’acquisto di:
a) macchinari, impianti di produzione, attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive (sono inclusi gli automezzi purché non destinati al trasporto merci su strada);
b) software & hardware;
c) marchi, di brevetti e di licenze di produzione;
d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all’introduzione di criteri di ingegneria antisismica nel limite del 20% delle precedenti lettere a), b) e c) e costituiscono spesa ammissibile solo se direttamente correlate e funzionali all’installazione dei beni oggetto di investimento;
e) consulenze strategiche e tecniche nel limite del 10% delle voci precedenti.
Sono escluse le spese non direttamente correlate al progetto di investimento presentato.

Ammontare intervento: L’intervento finanziario è modulato in funzione delle due Linee di intervento:
1. LINEA 1: ai professionisti, alle PMI costituite nella forma di ditta individuale, società di persone che decidono di trasformarsi in società di capitali e che deliberano un aumento di capitale di almeno 25.000,00 euro verrà riconosciuto:
– un contributo a fondo perduto pari al 30% dell’aumento di capitale sottoscritto e versato e con un valore massimo di contributo pari a 25.000,00 euro per impresa. Il contributo regionale dovrà essere iscritto in una riserva di patrimonio netto non distribuibile da utilizzare per futuri aumenti di capitale sociale.
2. LINEA 2:
alle PMI costituite nella forma di società di capitali che deliberano un aumento di capitale di almeno 75.000,00 euro verrà riconosciuto:
• un contributo a fondo perduto pari al 30% dell’aumento di capitale deliberato e sottoscritto e comunque fino ad un massimo di 100.000,00 euro per impresa;
Il contributo regionale dovrà essere iscritto in una riserva di patrimonio netto non istribuibile da utilizzare per futuri aumenti di capitale sociale a fronte di un investimento almeno pari al doppio del contributo.
Le PMI che presentano domanda sulla Linea 2 possono richiedere anche un finanziamento a medio – lungo termine a Finlombarda S.p.A., a condizioni di mercato.

Modalità e Tempi: L’iter istruttorio sarà articolato nella fase formale che comprende anche la verifica di coerenza del progetto (sulla Linea 2) con le finalità della presente misura e, qualora l’impresa richieda il finanziamento, in quella economico-finanziaria.
La verifica di coerenza dell’investimento sarà effettuata da Finlombarda S.p.A.
Nel caso in cui l’istruttoria economico-finanziaria abbia avuto esito negativo, al Soggetto Richiedente verrà concesso il solo Contributo, fermo restando l’obbligo di realizzare l’investimento.
Il termine di conclusione del procedimento sarà di 60 giorni a decorrere dalla data di presentazione delle domanda.

Modalità di Presentazione della Domanda: La domanda dovrà essere presentata a pena di inammissibilità sulla piattaforma Bandi On Line nei tempi e nei modi indicati nel bando attuativo.

Per info e assistenza
cdg@unioneservizi.it
02 8375941

Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano (MI)
Codice fiscale 02066950151