Proroga chiusura Bando Archè 2020

Dalle ore 12:00 dell’11 settembre 2020 fino alle ore 17:00 del 29 settembre 2020, sarà possibile partecipare al bando Archè 2020 promosso da Regione Lombardia e gestito da Finlombarda Spa.

Attraverso il presente bando, Regione Lombardia si prefigge di sostenere le start up lombarde che necessitano di un sostegno pubblico per definire meglio il proprio modello di business, trovare nuovi mercati e sviluppare esperienze di co-innovazione in grado di rafforzarle, in particolar modo per rispondere agli effetti della crisi innescata dal Covid-19.
Si tratta quindi di un bando destinato a MPMI e liberi professionisti attivi da almeno 12 mesi e non più di 48 mesi, che intendano investire per migliorare i propri business e rafforzarsi nel mercato, generando lavoro e ricchezza sul territorio.

Il bando prevede un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili, e nel limite massimo di 75.000€. L’investimento minimo che l’azienda deve sostenere per partecipare al bando è di 30.000€.

Le spese ammissibili sono quelle relative ad investimenti materiali ed immateriali, necessarie allo sviluppo e al consolidamento del business dell’impresa partecipante. Sono ammissibili le seguenti spese:

  1. Affitto per la durata del progetto di sedi produttive, logistiche, commerciali all’interno del territorio regionale (escluso leasing).
  2. Spese per servizi di Advisory con il compito di accompagnare le start up nella fase di consolidamento, nella misura massima del 20% della spesa totale di progetto;
  3. Spese di adeguamento dell’impiantistica generale solo se direttamente correlate all’installazione di beni oggetto dell’investimento;
  4. Acquisto e leasing di impianti di produzione, macchinari, attrezzature (non sono ammessi beni usati);
  5. Acquisto di software, licenze e simili, nella misura massima del 60% della spesa totale di progetto;
  6. Spese per le certificazioni di qualità, il deposito dei marchi e la registrazione dei brevetti;
  7. Strumenti e macchinari per la sanificazione e disinfezione degli ambienti aziendali nella misura massima del 10% della spesa totale di progetto;
  8. Altri servizi di consulenza esterna specialistica (legale, fiscale) non relativa all’ordinaria amministrazione, nella misura massima del 3% delle spese delle spese di cui ai punti da 1 a 7. Sono escluse le consulenze riguardanti la partecipazione al Bando;
  9. Spese generali riconosciute in maniera forfettaria nella misura massima del 7% delle spese di cui ai punti da 1 a 7.

Per essere ammissibili le spese devono essere sostenute a partire dalla data di pubblicazione della delibera del bando da parte di Regione Lombardia, e cioè dal giorno 5 agosto 2020.

Per la partecipazione al bando è necessario il coinvolgimento di soggetti terzi qualificati (intermediari finanziari, incubatori, università, grandi imprese, etc.) che attestino la sostenibilità economica del progetto.

 

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Area Servizi Innovativi e Finanza Agevolata
@:marketing_sviluppo@unioneservizi.it
Ph: 02-8375941

Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano
Codice fiscale 02066950151