Corso

Progettare, produrre, distribuire oggi: il ruolo del design industriale

Con il Patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Monza e della Brianza Corso accreditato CFP (14) per iscritti all’Albo degli Architetti

02 Mag - 27 Giu 2019 – 17:30 - 20:30

house
Palazzo Arese Borromeo
phone
0291751527
price-tag
Evento gratuito
Iscriviti subito
house
Palazzo Arese Borromeo
phone
0291751527
price-tag
Evento gratuito
Iscriviti subito

Condividiamo volentieri l’iniziativa dell’Ordine degli Architetti di Monza e della Brianza dedicata a architetti, designer, laureati in Architettura o in Design, operatori professionali nell’ambito della progettazione, comunicazione, marketing, nel settore del made in Italy, Studenti di corsi universitari di materie progettuali.

 

 

Le condizioni attuali della produzione consentono grande flessibilità sia sul piano della quantità sia su quello del linguaggio espressivo, a fronte di una serie di problemi che si potrebbero ricondurre alle dimensioni delle aziende italiane. Da qui è necessario ripartire per ridefinire e quindi ricollocare le discipline del progetto, la comunicazione design architettura, nel contesto attuale, dove le variabili sono più numerose delle costanti: fondamentale, da questo punto di vista, è il ruolo del design, in relazione alla stato attuale, soprattutto internazionale.

Gli oggetti si costituiscono e si sviluppano in relazione alla nostra esperienza e alla nostre capacità di costruire una relazione tra le idee e le cose; gli oggetti costruiscono il senso della nostra realtà, e le loro identità dialogano costantemente con le trasformazioni sociali ed economiche. Il design industriale è al centro di questo dialogo.

Il corso affronterà una serie di problematiche teoriche e pratiche che implicano cambiamenti progettuali, produttivi e distributivi. Il tutto per comprendere come il mondo è cambiato: per conoscere direttamente le basi sulle quali si regge questo tipo di conoscenza, fondamentale per tutte le discipline progettuali è rivedere una serie di regole e di paradigmi che, solo fino a qualche anno fa pensavamo immutabili e soprattutto vincenti. Al centro la dimensione estetica e simbolica, che rappresenta una costante sia sul piano espressivo sia su quello di carattere economico e che sempre fa la differenza tra un prodotto e l’altro.

Il filo conduttore del corso è costituito da due riferimenti; in primo luogo, una serie di analisi teoriche, riconducibili ad alcuni saggi fondamentali di Gillo Dorfles, in particolare, ”Artificio e Natura”, ”Simbolo Comunicazione e Consumo” e “L’intervallo perduto”. In secondo luogo gli approfondimenti teorici saranno sempre riportati alle situazioni reali del mercato, con tutte le sue variabili e accelerazioni. Il nostro territorio, la Brianza, sarà presa come il grande laboratorio reale a cui guardare per individuare i futuri percorsi di queste professioni.
In particolare, saranno presentate specifiche storie attuali sia di pratiche professionali sia di trasformazioni strategiche che hanno consentito ai protagonisti di anticipare e, soprattutto, interpretare positivamente i cambiamenti.

 

PROGRAMMA

Giovedì 2 maggio, ore 21 

La cultura e il progetto come conoscenza del territorio: le dimensioni economiche e le prospettive future

Giovedì 9 maggio, ore 17.30-20.00

Progettare oggetti e sistemi:  gli aspetti simbolici e funzionali del Design 

Giovedì 16 maggio, ore 17.30-20.00

1919/2019, il Bauhaus cent’anni dopo: la sua attualità nella relazione tra l’arte e le discipline progettuali

Giovedì 23 maggio, ore 17.30-20.00

Design, finanza e economia: mettersi insieme per competere nel mercato 

Giovedì 30 maggio, ore 17.30-20.00

Design e comunicazione: una relazione necessaria

Giovedì 13 giugno, ore 17.30-20.00

Il design tra cultura artigianale e sistema industriale: un rapporto fondamentale

Giovedì 27 giugno, ore 21.00

Cosa significa oggi abitare

 


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano
P.IVA 02066950151