QUALITÀ ARTIGIANA: CONTRIBUTI FINO A 10MILA € PER GLI ARTIGIANI CHE FANNO LA DIFFERENZA. ECCO QUALI E COME OTTENERE L’INCENTIVO

Per partecipare contattaci!

coopartmilano@unioneartigiani.it

02 8375941

 

Promuovere il mantenimento e il rafforzamento della cultura e della qualità artigiana, la conoscenza dei prodotti artigiani, favorire la trasmissione dell’attività di impresa artigiana tra generazioni e sostenere con un contributo interventi di sviluppo e innovazione per le imprese artigiane come previsto dalla LR 28 aprile 2021 che ha istituito il riconoscimento “Qualità Artigiana”.

Una commissione consegnerà il riconoscimento “Qualità artigiana” con un evento pubblico.

I partecipanti beneficeranno anche di un contributo a fondo perduto fino a 10.000 per sviluppare, consolidare e innovare la propria attività.

 

L’istruttoria tecnica viene effettuata sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

  1. trasmissione dell’attività di impresa nell’ambito familiare negli ultimi 10 anni;
  2. Inserimento lavorativo di personale under 35 negli ultimi 3 anni;
  3. Investimenti attivati per consolidare la competitività e il posizionamento sul mercato;

 

Si potranno presentare le domande fino alle ore 17 del 17 ottobre 2022 salvo esaurimento risorse sulla sezione bandi di http://webtelemaco.infocamere.it.  (22QA Bando Qualità artigiana 2022). Il bando è a sportello.

Altre info al link: https://www.unioncamerelombardia.it/?/menu-di-sinistra/Bandi—contributi-alle-imprese/Bandi-aperti/Bando-Qualita-Artigiana

 

CHI PUO’ PARTECIPARE

Le MPMI iscritte ed attive alla sezione speciale “Imprese artigiane” del Registro Imprese delle Camere di Commercio operanti nei settori artistico, manifatturiero e della trasformazione alimentare con sede legale e/o operativa in Lombardia. In particolare:

C  SETTORE MANIFATTURIERO 

I 56.10.30 GELATERIE E PASTICCERIE

R 90 ATTIVITÀ CREATIVE, ARTISTICHE E DI INTRATTENIMENTO.

 

LE SPESE AMMISSIBILI 

Sono ammissibili, al netto di IVA, le seguenti tipologie di spesa in conto capitale (anche in leasing) con un minimo di 10.000 €, effettuate dal 1/1/2022. Il contributo massimo ricevibile ammonta a 10.000 €.

  1. acquisto di beni strumentali/macchinari/attrezzature escluse le spese per il montaggio/trasporto/manodopera. Le spese devono riguardare esclusivamente beni durevoli, non di consumo e strettamente funzionali all’attività svolta (non sono ammessi gli autoveicoli);
  2. acquisto di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali, licenze d’uso e servizi software di tipo cloud e saas e simili;
  1. acquisto di hardware (sono escluse le spese per smartphone e cellulari);
  2. acquisto di beni strumentali per il miglioramento dell’efficientamento energetico dei locali adibiti all’attività artigianale.

Sono inoltre ammissibili, al netto di IVA, le seguenti tipologie di spesa in conto corrente:

  1. comunicazione per rendere maggiormente conoscibile il prodotto/servizio artigianale (es. sito internet, registrazione dominio, messaggi pubblicitari, etc);
  2. spese notarili per passaggio generazionale al netto di tasse, imposte, diritti e bolli anticipate dal notaio/consulente;
  3. spese forfettarie per nuove assunzioni di giovani under 35 a partire dal 1° gennaio 2022;
  4. spese di formazione al personale dipendente;
  5. spese per l’ottenimento delle certificazioni (ad esempio ambientali).

 


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano (MI)
Codice fiscale 02066950151