INPS. I CONTRIBUTI 2023 PER LA GESTIONE ARTIGIANI E COMMERCIANTI

 

Con la circolare INPS 10 febbraio 2023, n. 19 l’Istituto indica gli importi dei contributi dovuti per il 2023 dagli iscritti alla Gestione Artigiani e alla Gestione Commercianti.

Le aliquote contributive di finanziamento delle gestioni pensionistiche sono fissate al 24% per i titolari e collaboratori di età superiore ai 21 anni e al 23,25% per i collaboratori di età inferiore ai 21 anni.

 

Si ricorda che dal 1° gennaio 2022, inoltre, l’aliquota contributiva aggiuntiva – dovuta per finanziare l’indennizzo in caso di cessazione dell’attività commerciale senza aver raggiunto i requisiti per la pensione di vecchiaia – è pari allo 0,48%.

 

Pertanto, le aliquote per il corrente anno risultano come segue:

  Artigiani Commercianti

Titolari di qualunque età e coadiuvanti/coadiutori di età superiore ai 21 anni

24% 24,48%
Coadiuvanti/coadiutori di età non superiore ai 21 anni 23,25% 23,73%

 

La circolare specifica, infine, la contribuzione dovuta sui minimali e sui massimali di reddito. I contributi devono essere versati entro le scadenze indicate nella stessa circolare, mediante i modelli F24 disponibili accedendo al servizio online.

 

Gli artigiani e gli esercenti attività commerciali ultrasessantacinquenni, già pensionati presso le gestioni dell’Istituto e in possesso dei requisiti di cui all’articolo 59, comma 15, legge 449/1997, anche nel 2023 usufruiranno della riduzione del 50% dei contributi dovuti.

 

 


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano (MI)
Codice fiscale 02066950151