HAI UN’IMPRESA STORICA ISCRITTA AL REGISTRO REGIONALE? PER TE CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO FINO A 30MILA €. TI AIUTA UNIONE ARTIGIANI

OBIETTIVO DEL BANDO IN SCADENZA AL 31 MAGGIO 2024

Ssupportare con contributo fino a 30mila € le attività storiche e di tradizione iscritte nell’apposito elenco regionale.

UNIONE ARTIGIANI TI AIUTA A INCASSARLI!

  • Area Bandi e Finanza Agevolata
  • 02 8375941
  • coopartnmilano@unioneartigiani.it

In particolare, il sostegno è rivolto alle attività storiche e di tradizione che investono per:

  • 1. RICAMBIO GENERAZIONALE E TRASMISSIONE DI IMPRESA
  • a) Formazione per la trasmissione delle competenze rivolta ai titolari/gestori delle attività storiche e di tradizione, agli imprenditori subentranti nell’attività, ai giovani che intendono rilevare le attività storiche e di tradizione.
  • b) Consulenza organizzativa, finanziaria, commerciale e tecnica per l’avvio del programma di ricambio generazionale.
  • c) Formazione specifica per lo sviluppo e il consolidamento delle competenze digitali.
  • 2. RIQUALIFICAZIONE DELL’UNITÀ LOCALE DI SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITÀ
  • a) Rinnovo degli spazi (compreso l’ampliamento in locali attigui, purché riconducibili alla medesima unità locale) e degli allestimenti per migliorare la funzionalità e l’attrattività. Le attività riconosciute come negozio-locale-bottega storica e insegna storica e di tradizione devono mantenere le qualità strutturali, le caratteristiche storiche e l’impatto visivo originario di locali e arredi, anche a seguito dell’intervento di rinnovo.
  • b) Introduzione di tecnologie e impianti innovativi, inclusi quelli per la riqualificazione energetica e il miglioramento della sostenibilità ambientale.
  • c) Progetti finalizzati ad accrescere l’attrattività dei centri urbani e degli addensamenti dei luoghi storici del commercio.
  • 3. RESTAURO E CONSERVAZIONE
  • a) Restauro e conservazione di strutture (soffitti, pavimenti, eventuali affreschi, …) di particolare interesse storico, culturale, artistico, architettonico presenti all’interno dell’unità locale.
  • b) Restauro e conservazione di arredi mobili storici e/o di pregio, di insegne storiche e/o di pregio, di vetrine di pregio per il fronte stradale. c) Restauro e conservazione di attrezzi, utensili e macchinari di particolare pregio e/o riferiti a tecniche di produzione tradizionali, inclusi interventi di “revamping”.
  • 4. INNOVAZIONE
  • a) Progetti innovativi destinati al miglioramento dei processi, dei prodotti e dei servizi offerti dalla storica attività.
  • b) Progetti di manifattura innovativa.
  • c) Introduzione di soluzioni digitali per la gestione del magazzino.
  • d) Acquisto e implementazione di soluzioni ad alto impatto innovativo e tecnologico per l’artigianato digitale
  • e) Progetti di sviluppo di servizi condivisi tra due o più attività storiche e di tradizione (es. consegne).

 

Per consultare e scaricare il bandoImprese storiche verso il futuro 2024

 

SCADENZA 

Presentazione delle domande entro le ore 12.00 del 31 maggio 2024.

 

CHI PUÒ PARTECIPARE
Micro, Piccole e Medie Imprese – MPMI iscritte nell’elenco regionale delle attività storiche e di tradizione di cui all’articolo 148 ter della legge regionale 6/2010: negozi storici, locali storici e botteghe artigiane storiche.

 

CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE
L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto pari al massimo del 50% delle spese considerate ammissibili al netto di IVA.
Il contributo è concesso nel limite massimo di 30.000 euro e l’investimento minimo è fissato in 5.000 euro al netto di IVA.

L’agevolazione è concessa a fronte di un budget di spesa liberamente composto da spese in conto capitale e spese di parte corrente, con un minimo di spese in conto capitale pari al 50% del totale. L’agevolazione è da imputare specificamente a copertura delle spese in conto capitale e non può pertanto essere superiore all’importo di quest’ultime.
Laddove le spese di parte corrente fossero superiori al 50%, queste saranno considerate non ammissibili per la parte eccedente il 50% e, nel caso ciò impattasse sull’agevolazione concedibile, questa sarà ridotta di conseguenza.
Sono ammessi anche progetti che prevedano esclusivamente spese in conto capitale.

COME PARTECIPARE
I progetti candidati e le relative domande di contributo devono essere presentati a Unioncamere Lombardia in modalità telematica tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it entro le ore 12.00 del 31 maggio 2024.
E’ possibile presentare una sola domanda.
Le istruzioni per profilarsi e compilare la domanda sono disponibili sul sito www.unioncamerelombardia.it nella sezione “Bandi e contributi alle imprese”.

PROCEDURA DI SELEZIONE
Le domande saranno selezionate tramite procedura valutativa a graduatoria finale.

 


Unione Artigiani della Provincia di Milano
Sede legale: Via Doberdò 16 – 20126, Milano (MI)
Codice fiscale 02066950151